Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Clicca qui per visualizzare l’informativa allegata.

Accetta
... è libertà

viaggi della memoria

“I viaggi della memoria vanno nella direzione giusta, quello della formazione di molti giovani che possono conoscere l'orrore dell’Olocausto e dei campi di concentramento”.

Lo dichiara la presidente nazionale dell’Arci, Francesca Chiavacci, sulla polemica del Sindaco di Predappio, Roberto Canali, che ha negato il contributo al viaggio della memoria per alcuni studenti. Anche Arci con il progetto Promemoria Auschwitz, organizzato dalla nostra associazione affiliata Deina, negli anni ha coinvolto migliaia  di ragazzi da tutta Italia nei viaggi della memoria, perché convinti che più studenti visitano quei luoghi più comprendono le pagine più buie della nostra storia.“Il rifiuto di un Sindaco - prosegue -  appare ancora più grave a poche ore da quella della scorta  assegnata a Liliana Segre. Un fatto gravissimo. È il momento di dire basta - rimarca - prima che questo clima avveleni davvero la nostra democrazia. È il momento - conclude - di una risposta ampia della società civile in un grande momento di mobilitazione nazionale e di quella, doverosa, delle istituzioni”.  

Roma, 8 novembre 2019

 




Arci del Trentino, comitato provinciale | Viale degli Olmi, 24 – Trento. tel e fax 0461231300
aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.
www.arcideltrentino.it – trento@arci.it