Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Clicca qui per visualizzare l’informativa allegata.

Accetta
... è bene comune
Mostra
Le tracce della Grande Guerra nei territori di Mori, Ala e Avio
10 giugno - 20 giugno

Nei pressi dell’abitato di Ravazzone (Mori) è visitabile il campo trincerato austro-ungarico dell’Asmara, parte della linea austro-ungarica che dal monte Biaena scendeva verso l’Adige per poi risalire sul versante opposto della valle dell’Adige.


I lavori realizzati dalla Schützenkompanie “Destra Ades” e del Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale hanno permesso il recupero e la messa in sicurezza di trincee, gallerie e ricoveri.Testimonianze della linea italiana che scendeva dal monte Baldo e proseguiva verso lo Zugna rimangono in località la Villetta, vicino a Chizzola, e nei pressi di Marani.


Da Ala, dove si concentravano i comandi italiani, un sistema di strade portava alle postazioni di artiglieria in quota, come le cannoniere dei Busoni alla Sega sull’altopiano dei Lessini.
Una strada militare porta a passo Buole, dove il 29 e il 30 maggio 1916 reparti delle brigate Taro e Sicilia fermarono l’offensiva austriaca.


Lungo la strada statale 12 nei pressi di Serravalle, un cippo indica il luogo dove il 29 ottobre 1918 rappresentanti austriaci proposero agli italiani la sospensione dei combattimenti.
Condotti a villa Pellegrini Malfatti ad Avio e a villa Guerrieri Gonzaga a Borghetto, furono trasferiti a villa Giusti a Padova, dove il 3 novembre 1918 venne firmato l’armistizio.


Nella sezione Territorio di questo sito puoi trovare tutti gli itinerari sui luoghi della Grande Guerra in Vallagarina e gli strumenti disponibili per organizzare la tua escursione.


 



Orari


Da gennaio a dicembre 
da martedì a domenica 10.00 - 18.00 
Chiuso i lunedì non festivi, 
24, 25, 31 dicembre, 1 gennaio

Arci del Trentino, comitato provinciale viale degli Olmi, 24 – Trento. tel e fax 0461231300 aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. www.arcideltrentino.it – trento@arci.it