Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Clicca qui per visualizzare l’informativa allegata.

Accetta
... è partecipazione
Laboratorio
Landgrabbing: Una Nuova Forma di Colonialismo? Cafè de la Paix
da

Si parla di land grabbing (accaparramento delle terre) quando una larga porzione di terra “inutilizzata” è venduta a terzi, principalmente compagnie multinazionali occidentali o governi di altri paesi, per scopi di natura agricola e/o commerciale senza il consenso delle comunità che la abitano o utilizzano da anni.
Uno scandalo che esiste da molti anni, ma che allo scoppio della crisi finanziaria è cresciuto enormemente, consumandosi a danno delle comunità rurali più vulnerabili, in particolare nei Paesi del Sud del mondo.
Ma qual è il vero significato di land grabbing? Quali sono le sue implicazioni etiche, politiche ed economiche?
E quali le possibili soluzioni previste dalla comunità internazionale per arginare tale fenomeno?

Ne discutiamo con Annalisa Cavallini, administrative manager presso la Onlus “A Sud Ecologia e Cooperazione” e referente per la tematica del land grabbing presso il Centro Documentazione Conflitti Ambientali di Roma.

Realizzato con il cofinanziamento dell'Opera Universitaria di Trento.

Arci del Trentino, comitato provinciale viale degli Olmi, 24 – Trento. tel e fax 0461231300 aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17. www.arcideltrentino.it – trento@arci.it