Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Clicca qui per visualizzare l’informativa allegata.

Accetta
... è partecipazione

Servizio Civile Universale Provinciale - SCUP 2016_2S

Cos’è il Servizio Civile Universale Provinciale
Il servizio civile provinciale è stato istituito dalla LP 14 febbraio 2007, n. 5 ("legge provinciale sui giovani"). Essa consente il potenziamento e la valorizzazione delle iniziative di servizio civile proposte in autonomia, seppur in modo complementare, rispetto al servizio civile nazionale.
Nel 2013 il Consiglio provinciale ha modificato la legge ed ha istituito il nuovo servizio civile universale provinciale (in sigla "SCUP"). Ciò ha costituito una grande innovazione, la prima in Italia ad essere messa in atto.
A luglio 2014 la Giunta provinciale ha approvato le Linee guida per il servizio civile, che costituiscono le direttrici di sviluppo ed attuazione del servizio civile universale provinciale.
A dicembre 2014 il disegno normativo di questa riforma ha cominciato a delinearsi con il nuovo regolamento di attuazione. destinato soprattutto a fissare le regole di partecipazione per i giovani. Infatti, esso disciplina i criteri e le modalità per l'ammissione e l'accesso. Inoltre prevede la Consulta provinciale del servizio civile, l'Albo provinciale ed altre regole di governo del sistema del servizio civile.
Le regole di organizzazione, rivolte in particolare ai soggetti che ospitano i giovani in servizio civile, sono fissate da una delibera della Giunta provinciale del dicembre 2014, che definisce i criteri per la gestione del servizio civile universale provinciale. Essa descrive gli standard, i criteri e le modalità di presentazione dei progetti da parte dei soggetti proponenti, le modalità di gestione operativa (orari, formazione, ferie, malattie ecc.), il monitoraggio e i controlli. I criteri sono stati modificati, dopo una prima fase di sperimentazione, a maggio 2015.
Le novità essenziali introdotte rispondono all'obiettivo di facilitare la partecipazione dei giovani e di aumentare il numero di coloro che usufruiscono di questa opportunità. Per questo le domande di partecipazione possono essere presentate tutto l'anno. Viene semplificata la gestione burocratico-amministrativa e vengono facilitate le organizzazioni, le quali possono presentare proposte progettuali in qualsiasi momento. La durata dei progetti viene liberalizzata: possono durate da 3 a 12 mesi, secondo l'attività prevista. E anche il loro inizio viene adattato alle esigenze operative. È prevista la possibilità dell'autofinanziamento. Ogni giovane può partecipare a più progetti, fino ad un massimo di 12 mesi complessivi.
La prima sperimentazione del nuovo SCUP si è realizzata nell'ambito del programma dell'Unione europea denominato "Garanzia Giovani".

Adesione
Adesioni entro il 20 giugno 2016
Da mercoledì 1 giugno, entro lunedì 20 giugno 2016 sono aperte le iscrizioni ai progetti di Servizio civile universale provinciale rivolti a giovani dai 18 ai 28 anni.
La domanda di partecipazione al progetto va destinata direttamente a ARCI del TRENTINO entro lunedì 20 giugno 2016. Le selezioni si terranno tramite colloquio presso il Comitato Provinciale ARCI del Trentino, Viale degli Olmi 24, 38123 Trento, da martedì 21 giugno a giovedì 23 giugno 2016.

Per partecipare bisogna
1) Iscriversi al Servizio civile universale provinciale presentando all'Ufficio servizio civile la domanda di adesione con l'apposito modulo (corredato da copia di documento di identità). È possibile presentare la domanda di adesione via posta, mail o consegnandola a mano. L'iscrizione al Servizio civile universale provinciale ha la durata di un anno ed è rinnovabile.

Scarica qui la domanda di ammissione: DOMANDA DI AMMISSIONE

2) Compilare il modulo “domanda di partecipazione ai progetti”. Scaricalo QUI

3) Presentare lo stesso modulo “domanda di partecipazione ai progetti” (anch'esso corredato da copia di documento di identità) a ARCI del Trentino

Le domande di partecipazione ai progetti (con allegata copia di documento di identità) possono essere inviate nei seguenti modi:
- consegna a mano
- spedizione postale
- via email

Per informazioni sulle procedure è possibile contattare l'Ufficio servizio civile della Provincia autonoma di Trento:
Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili
Ufficio Servizio civile
Via don Giuseppe Grazioli,1- 38122 Trento
Tel. 0461/493100 - Fax. 0461/493101
e-mail: uff.serviziocivile@provincia.tn.it
posta certificata: uff.giovanieserviziocivile@pec.provincia.tn.it

ARCI SERVIZIO CIVILE TRENTO - Comunicare cultura
Posti disponibili: 2
Durata Progetto: 12 mesi
Data inizio: 01/07/2016
Telefono: 0461/231300
Fax: 0461/1826082
Referente per i contatti con i giovani: La Malfa Andrea trento@arci.it, andrealamalfa@arcideltrentino.it
Mail: trento@arci.it

SCARICA QUI IL PROGETTO
ABSTRACT COMUNICARE CULTURA
PROGETTO INTEGRALE


http://www.politichegiovanili.provincia.tn.it
http://www.serviziocivile.provincia.tn.it
http://www.serviziocivile.provincia.tn.it/progetti/-SCUP_PAT_2016_2_straordinario





Arci del Trentino, comitato provinciale | Viale degli Olmi, 24 – Trento. tel e fax 0461231300
aperto dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.
www.arcideltrentino.it – trento@arci.it